4 novembre GIORNATA UNITA’ NAZIONALE – FESTA DELLE FORZE ARMATE

4novembre20081

 

 

 

 

 

 

 

E’ PASSATO QUASI UN ANNO DA QUANDO E’ STATA FONDATA QUESTA CONSULTA CHE RACCOGLIE TUTTO IL PRECARIATO DELLE FFAA E DOPO TANTE RIUNIONI E DISCUSSIONI SIAMO ARRIVATI ALLA PRESENTAZIONE DELLO STATUTO DEI LAVORATORI MILITARI A CUI ABBIAMO DATO IL NOSTRO CONTRIBUTO. GRAZIE ALLA INNOVAZIONE INTRODOTTA DAL NOSTRO GENERALE PAPPALARDO, E DALLO STAFF DEL SUPU, IL GEN. TAGLIACOZZI E IL COMMISSARIO PINO CHE SEMPRE HANNO SEGUITO LE NOSTRE ISTANZE ED EQUILIBRATO I MOMENTI PIU’ DIFFICILI DI QUESTA BATTAGLIA CHE CI VEDONO SEMPRE IN PRIMA LINEA. I NOSTRI COLLEGHI DELLA CONSULTA COMSUBIN SONO STATI SEMPRE COMPATTI E UNITI NELL’AFFRONTARE LE TEMATICHE CALDE DEL PRECARIATO E QUESTO CI DA UNA FORZA DI COESIONE CHE CI RENDE ORGOGLIOSI DELL’APPARTENZA MILITARE VISSUTA CON IL PIACERE DI ASSAPORARE I VALORI IN CUI CREDIAMO, DIO, PATRIA, FAMIGLIA, ONORE, LEALTA’, ONESTA’, SPIRITO DI SACRIFICIO E DI ABNEGAZIONE, CARITA’ E AMORE PER IL PROSSIMO, SPECIE QUANDO E’ IN DIFFICOLTA’, SOLIDARIETA’, TANTA UMANITA’ E TANTA VOGLIA DI FARE DEL BENE E DI LAVORARE BENE. SU QUESTE LINEE CAMMINIAMO ED OGGI IN QUESTA RICORRENZA VOGLIAMO RICORDARE ALCUNI DEI  NOSTRI CADUTI A SIMBOLO ED ESEMPIO, IN RAPPRESENTAZIONE DI TUTTI I NOSTRI COLLEGHI MORTI IN GUERRA ED IN SERVIZIO.

A LORO RENDIAMO UN SENTIMENTO DI GRATITUDINE E OFFRIAMO UN MOMENTO DI SILENZIO DELLA NOSTRA VITA CON UNA PREGHIERA PERSONALE, UNA PREGHIERA CHE ARRIVERA’ ALLE ANIME GLORIOSE DEI NOSTRI COLLEGHI CHE HANNO COMBATTUTO, CREDUTO  E ANCHE HANNO DONATO LA VITA PER UNA CAUSA, PER LA NOSTRA PATRIA, PER LA NOSTRA GENTE!

 

CONSULTA COMSUBIN

 

RICORDIAMO:

 MEDAGLIA D’ORO V.BRIG. CC. SALVO D’ACQUISTO

Esempio luminoso di altruismo, spinto fino alla suprema rinunzia della vita,…

Di carattere mite e silenzioso era attaccatissimo ai suoi ed amava la disciplina ed il lavoro. Maturò la sua personalità in scuole religiose e dal 1939 nell’Arma dei Carabinieri, segnalandosi sempre per attaccamento al dovere, dedizione al prossimo ed amore alla Patria. Le sue doti di bontà ed il senso cristiano della vita risplendono nell’atto eroico di Palidoro (Roma), allorché, Vice-Comandante della locale stazione dell’Arma, si offrì come vittima innocente per salvare la vita a 22 ostaggi che stavano per essere fucilati. Questo gesto coscíente di amore supremo, con cui a 22 anni, il 23 settembre 1943, chiuse la sua esistenza terrena, compendia e rivela le virtù del Servo di Dio, martire della carità.

 

Medaglia d’oro T.V. Luigi Durand De Le Penne. Alessandria, 1819 dicembre 1941 Insieme ai suoi compagni sommozzatori  che erano degli eroi purissimi,  ebbero un “onore delle armi” mai concesso prima d’allora dagli inglesi, quando il comandante  Charles  Morgan gli appuntò personalmente sul petto la medaglia d’oro Ufficiale coraggioso e tenace, temprato nello spirito e nel fisico da un duro e pericoloso addestramento, dopo aver mostrato, in due generosi tentativi, alto senso del dovere e di iniziativa, forzava, al comando di una spedizione di mezzi d’assalto subacquei, una delle più potenti e difese basi navali avversarie, con una azione in cui concezione operativa ed esecuzione pratica si armonizzavano splendidamente col freddo coraggio e con l’abnegazione degli uomini. Fu trasferito in s.p.e. nel grado di tenente di vascello.

     

Maggiore del R. Esercito Italiano Salvatore Castagna e i suoi duecento soldati di Giarabub hanno resistito a forze superiori al nemico  e questo gli valse la promozione sul campo a tenente colonnelo e il trasferimento in s.p.e.

Cairo-24 marzo 1941: interrogatorio di un ufficiale inglese a un soldato italiano superstite. L’inglese all’italiano “Noi non concepiamo una resistenza senza i mezzi necessari; a voi non solo mancava tutto, ma non avevate nessuna possibilità di successo”.  

 

Capitano  della Regia A.M. Franco Lucchini,  a questo pilota vennero accreditate 26 vittorie aeree (e ulteriori 52 condivise con altri piloti) ottenute durante circa 280 missioni di combattimento. Entrò a far parte della Regia Aeronautica come ufficiale di complemento nel 1935 nelle prime missioni ottenne 5 vittorie aeree in 122 missioni di volo: gli ottimi risultati ottenuti gli garantirono subito la promozione  di ufficiale nel ruolo effettivo ed una Medaglia di Argento al Valor Militare.

 

MEDAGLIE D’ORO AL VALORE MILITARE DELLA GRANDE GUERRA ASSEGNATE SUL MONTE GRAPPA

http://www.montegrappa.org/

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: